FOTO

FOTO

ATLETICO - GALLARATE 3 a 3

IL SABATO DEL PRESS (October, 19th)

Per poter assistere al big match con le Tigri, ho preso le mie precauzioni: sabato mattina chiuso in casa, le 3 auto ferme ai box per non surriscaldare troppo gli pneumatici.
Il problema è stato gestire tutta la mattina in 60 metri quadri il Baby Press che, scatenato come il Ghio nei minuti finali delle gare, non è stato un attimo fermo.
Prova del Cuoco, pranzo alle 12.10.
Poi preparazione rapida e tutta la famiglia Cuffari in auto con destinazione Tradate.
Il Baby Press si addormenta a metà strada e dunque rinvia il suo esordio stagionale.
Stavolta il sottoscritto c’è e pure puntuale; carico e fiducioso, nonostante qualche assenza Atletica dell’ultima notte.
Pronti via e le Tigri vanno in vantaggio.
Poi parata di Vince. Bella.
Quindi solo Atletico fino al 62esimo. E siamo al decimo del primo tempo.
Le Tigri si segnalano solo per i falli sistematici su Bryan appena tocca palla.
Per noi un incrocio dei pali, 2 / 3 ripartenze mal sfruttate, punizioni e calci d’angolo.
E il secondo incrocio dei pali pieno che fa pensare al peggio i pochi ma educatissimi spettatori dell’incontro. Il primo tempo ci vede ancora sotto per 2 a 1, nonostante il pari di Cizzi (pasticcini !) all’esordio subito ribaltato dal fulmineo gol su rimpallo dell’esterno granata.
Secondo tempo che inizia all’insegna della stanchezza.
Le Tigri si difendono, Mr. Ghio ha pochi cambi e se li tiene per il finale: 2 a 2 del Ravo in forma smagliante, 3 a 2 su sacrosanto rigore che porta alla seconda espulsione di una tigre seduta in panchina e subito ammaestrata dall’ammaestratore arbitro barbuto.
Sembra finita con le Tigri sotto 3 a 2 ed in inferiorità.
Ma proprio all’ultimo respiro ci facciamo sorprendere perdendo palla malamente e lasciando 2 uomini soli davanti a Vince.
Peccato perché la prestazione, nonostante l’andamento dell’incontro, è stato decisamente positivo e di carattere!
Adesso si torna in trasferta e serve limitare questi errori e soprattutto giocare a calcio, come sappiamo fare, per 65 minuti.

Il Press

Nessun commento:

Posta un commento